Miglior pellet: guida alla scelta

Scegliere il miglior pellet permette di ridurre il costo del riscaldamento, attraverso l’utilizzo di un materiale ecologico e naturale. Inoltre un buon pellet riduce la necessità di manutenzione della stufa, facendo risparmiare notevolmente anche sulle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria. Utilizzare il pellet permette quindi di risparmiare e ridurre l’inquinamento; risulta importante conoscere le varie di tipologie di pellet in circolazione per poter scegliere la più adatta alle proprie esigenze.

Classifica miglior pellet

N. Foto Prodotto Sconto Prezzo
1 Nocciolo di oliva CALDOLIVA® ad alto potere calorifico - Sacco da 15 kg - Combustibile ecologico Biomassa al 100% Eco Green Fuel Prodotto Italiano
CALDOLIVA Calore a prima fiamma

3,79


2 Nocciolo di oliva CALDOLIVA® ad alto potere calorifico - Pedana da 66 sacchi da 15 kg - Combustibile ecologico Biomassa al 100% Eco Green Fuel Prodotto Italiano
CALDOLIVA Calore a prima fiamma

349,00


3 Pellet TIMBORY by PFEIFER 100% Abete - Qualità ENPLUS A1 - Alto potere calorifico (20 SACCHI DA 15 KG)
TIMBORY

324,79


4 2x 15kg PELLET ECOLOGICO AD ALTA RESA DI LEGNO VERGINE PER STUFE E TERMOSTUFE Enplus A1
Sipa

29,90


5 PELLET DI FAGGIO E ABETE- ALTO POTERE CALORIFICO (1 SACCO DA 15 KG)
Pellet A Casa Tua

22,20


Le offerte migliori per scegliere il pellet

Materiali del pellet

Il pellet è un biocombustibile ricavato dal legno vergine, addensato solitamente in forma cilindrica, prodotto da biomassa polverizzata. Viene prodotto a partire da residui di segatura e lavorazione del legno (trucioli e segatura) prodotti solitamente da segherie e falegnamerie; deve essere composto da solo legno vergine, quindi che abbia subìto solo trattamenti di tipo meccanico, senza contenere scarti di falegnameria verniciati o incollati. La materia prima, anticipatamente selezionata, viene fatta essiccare e pulita da impurità, così da ottenere una qualità costante, con una determinata quantità di umidità; successivamente viene pressata e fatta passare attraverso appositi fori, in modo tale da ottenere i tipici piccoli cilindri. Vengono anche aggiunte sostanze naturali (massimo 2%), quali amido e farina, per aumentare la resistenza all’abrasione.

Per sapere di quale materiale è composto un pellet è sufficiente leggere attentamente l’etichetta stampata o apposta sui sacchetti; una volta che si conosce di quale tipo di legno è composto il pellet è però importante conoscere le differenze che ci sono tra le varie tipologie di legno utilizzate. 

Il pellet di abete

Il pellet prodotto dai residui di abete è una tipologia di pellet che brucia molto facilmente, derivando da un legno dolce. Generano temperature piuttosto elevate con un residuo fisso che può raggiungere il 12% del totale. La resa calorifica di questa tipologia di pellet è del 4,8 Kcal/Kg.

Il pellet  di faggio

Il pellet di faggio deriva dai residui di un legno duro, il faggio, che produce un calore meno intenso, rispetto al legno di abete, ma che risulta essere più costante nel tempo. Potrebbe risultare un po’ più difficile da accendere rispetto ad un legno dolce, ma ha una durata di combustione maggiore. 

Il pellet misto abete e faggio

È un pellet composto da residui di legno duro (faggio) e legno dolce (abete); con questa tipologia di pellet si ottiene il giusto compromesso tra facilità di accensione, velocità di combustione e durata. 

Il pellet di castagno

Il pellet di castagno è composto dai residui vergini di lavorazioni del legno di castagno. Le sue caratteristiche principali sono un alto potere calorifico, un’altissima qualità della materia prima ed un basso contenuto di silice, che riduce al minimo la possibilità di blocco dei bracieri.

Il pellet di conifere

I pellet di coniferi sono composti dai residui vergini di lavorazione delle conifere, cioè di pini ed abeti. Hanno un elevatissimo potere calorifico ed un’ottima qualità.

Il pellet misto

Esiste anche la possibilità di creare pellet utilizzando residui vergini di differente tipologie di legname; è sempre obbligatorio che vengano indicate le tipologie di materiali utilizzati per la loro composizione.

Migliori Brand Pellet

Scegliere i migliori prodotti per Pellet senza sbagliare è più semplice se si acquistano articoli realizzati dai marchi più affermati, per questo abbiamo realizzato una classifica dei brand che vendono Pellet.

Offerte Pellet

  • Cubetto - Lettiera in Pellet per Roditori, Rettili, Furetti e Gatti lt.8-100% Naturale e compostabile
    Cubetto - Lettiera in Pellet per Roditori, Rettili, Furetti e Gatti lt.8-100% Naturale e compostabile
    9,80  €
    pellet pellet 4u
     VEDI SCHEDA >>
  • Cookinpellets
    Cookinpellets
    0,00  €
    pellet cookinpellets
     VEDI SCHEDA >>
  • Pellet TIMBORY by PFEIFER 100% Abete - Qualità ENPLUS A1 - Alto potere calorifico (40 SACCHI DA 15 KG)
    Pellet TIMBORY by PFEIFER 100% Abete - Qualità ENPLUS A1 - Alto potere calorifico (40 SACCHI DA 15 KG)
    601,92  €
    pellet pfeifer
     VEDI SCHEDA >>
  • Croci Lettiera Eco Clean 10 l
    Croci Lettiera Eco Clean 10 l
    11,87  €
    pellet croci
     VEDI SCHEDA >>

Domande Frequenti sul pellet

✅ Il pellet è cancerogeno?

No, il pellet non è cancerogeno; a conferma di ciò è bene sapere che la sua cenere è un ottimo fertilizzante per fiori, piante e verdure... [continua >> ]

✅ Il pellet è ecologico?

Sì, il pellet è ecologico. Derivando da diverse biomasse (legno, scarti, corteccia, segatura) la sua combustione azzera la CO2 che la stessa biomassa ha prodotto durante il suo processo di fotosintesi. Inoltre durante la sua combustione immette nell’ambiente un minore quantitativo di sostanze nocive, come zolfo e polveri, rispetto ad altri combustibili... [continua >> ]

✅ Quanto calore produce una stufa a pellet?

La potenza di una stufa a pellet è variabile, in quanto esistono differenti modelli di stufe a pellet (tra cui le principali due sono ad aria e idro). Una stufa a pellet ad aria può produrre tra i 5 Kw e i 15 Kw; mentre una stufa a pellet idro può raggiungere i 35 Kw... [continua >> ]

✅ Come riconoscere un buon pellet?

Un buon pellet deve esser compatto, non si deve sbriciolare e non deve produrre una quantità elevata di residui di polvere. Inoltre si può verificare la qualità del pellet immergendone una manciata in un bicchiere con acqua: se il pellet è di buona qualità andrà a fondo senza intorpidire l’acqua... [continua >> ]



Hai dei dubbi su Pellet? Fai una domanda!

Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore