Miglior telescopio 2022: guida alla scelta

Scegliere il miglior telescopio non è cosa facile: nel caso di telescopi professionali, è probabile che l’acquirente sia una persona competente che già ne conosce le caratteristiche e sa quello che vuole. Diverso è il caso di coloro che si stanno approcciando al mondo dell’astrologia: per scegliere il migliore telescopio è necessario conoscerne le principali caratteristiche e sapere quale uso se ne vorrà fare.

N. Foto Prodotto Sconto Prezzo
1 Telescopio Astronomico Kit Completo Pro 70-400 Telescopios Rifrazione con Treppiede Stabile, Filtri Lunari, Adattatore Telefonico per Bambini Principianti Adulti
BEBANG

117,00


2
Offerta
BEBANG Telescopio per Bambini Adulti Principianti, Professionale Rifrattore Astronomico Telescopio con Treppiede Regolabile
BEBANG
- 34%
sconto 41,00 €
120,00
79,00


3 Telescopio per Principianti per Bambini, 70mm Professionale Telescopio Astronomico Portatile con Treppiede Regolabile&Oculare(K25&K10) per Osservare la Luna, Stelle, Paesaggio
ECOOPRO

90,99


Per scegliere il telescopio più adatto alle proprie esigenze è sempre consigliato domandarsi a chi è destinato e se il suo utilizzo sarà autonomo o assistito.

In generale, un telescopio non è adatto a bambini al di sotto dei 12 anni: il telescopio potrebbe essere pesante da manovrare e pericoloso, se indirizzato verso il sole. In questo caso il consiglio è quello di assistere il bambino nel suo utilizzo. Al di sopra dei 12 anni è ragionevolmente corretto pensare che il ragazzo possa iniziare ad usare il telescopio in autonomia, conoscendone anche i rischi nell’utilizzo.

Successivamente è importante capire se chi utilizza il telescopio ha o meno una certa conoscenza di astrologia. Se l’utilizzatore conosce il sistema solare, le costellazioni e il moto terrestre potrebbe utilizzare un telescopio con montatura equatoriale; se la persona non ha nessun tipo di conoscenza astrologica è consigliato optare per un telescopio con montatura altazimutale, che esegue movimenti indipendenti dal moto apparente del cielo.

Esiste anche la possibilità di scegliere un telescopio computerizzato, che evita la ricerca manuale degli oggetti celesti, ma ne porta ad un’immediata osservazione.

telescopioPrima di scegliere il miglior telescopio è ovviamente importante sapere di cosa si tratta e quali sono le sue principali caratteristiche. Il telescopio è uno strumento di tipo ottico che raccoglie la luce proveniente da oggetti lontani e la concentra in un punto specifico (il fuoco); in questo modo il telescopio è in grado di produrre un’immagine ingrandita dell’oggetto che si sta osservando. Gli elementi fondamentali che caratterizzano un telescopio sono il diametro, la lunghezza focale e l’ingrandimento.

Diametro

Il diametro è una delle caratteristiche fondamentali di un telescopio, da tenere assolutamente in considerazione in fase di scelta; più il diametro è grande, più luce viene raccolta dalla superficie risultante e quindi maggiore sarà la risoluzione del telescopio.

Lunghezza focale

La lunghezza focale è la distanza tra l’obiettivo del telescopio e il suo punto focale, distanza espressa in mm. Il punto focale è dove l’immagine si ricompone. Questa immagine, per essere visibile dall’occhio umano, verrà proiettata sulla lente di un oculare che ne cambierà l’ingrandimento. 

Ingrandimento

L’ingrandimento è il rapporto tra la lunghezza focale del telescopio e la lunghezza focale dell’oculare del telescopio. Solitamente l’ingrandimento massimo di un telescopio dipende dal diametro del telescopio: più sarà grande il diametro del telescopio, maggiore saranno gli ingrandimenti ottenibili cambiando oculare.

telescopio di giorno

Un elemento fondamentale che caratterizza un telescopio è la montatura, non necessaria per la funzione fondamentale ma importantissima per un buon utilizzo. La montatura è ciò che fisicamente sorregge il telescopio vero e proprio: deve quindi essere stabile e deve permettere di far muovere il telescopio senza troppe vibrazioni.
Esistono due categorie principali di montature per telescopio: l’altazimutale e l’equatoriale.

Montatura altazimutale

L’altazimutale è una montatura facile da usare, costituita semplicemente da due assi che permettono di far muovere il telescopio in azimut (quindi destra e sinistra) ed in altezza (alto e basso). Ne esistono versioni manuali e motorizzate, con o senza puntamento automatico (Go-To). Nonostante sia una montatura semplice da usare, non è adatta alla fotografia a lunga distanza; è invece adatta per la visione diurna di fauna o panorami.

Montatura equatoriale

La montatura equatoriale ha un asse di rotazione sempre puntato sulla stella polare. Questo permette al telescopio di far seguire oggetti celesti attraverso il moto di un solo asse. Si tratta di una montatura più complessa da utilizzare; le montature equatoriali dotate di motore ne rendono però l’utilizzo più semplice. Anche per questa tipologia di montatura è possibile avere o meno un puntamento automatico.

Celestron NexStar 127 SLT Telescopio, Acciaio, Tubo Ottico Maksutov, Nero/Antracite

Celestron NexStar 127 SLT Telescopio, Acciaio, Tubo Ottico Maksutov, Nero/Antracite
Celestron 22097: trova informazioni tecniche, scheda dettagliata e l'elenco completo delle caratteristiche Celestron NexStar 127 SLT Telescopio, Acciaio, Tubo Ottico Maksutov, Nero/Antracite, realizzato da Celestron.
Prezzo:708,04 

Caratteristiche Principali:

  • Marchio: Celestron
  • Codice Prodotto: CE22097
  • Prodotto: Telescopio
  • NeXStar 127 Slt Telescopio, Acciaio, Tubo Ottico Maksutov

Celestron CE21049 Powerseeker 127EQ Telescopio Riflettore da 127 mm con Accessori e Treppiede in Alluminio

Celestron CE21049 Powerseeker 127EQ Telescopio Riflettore da 127 mm con Accessori e Treppiede in Alluminio
Celestron 21049: trova informazioni tecniche, scheda dettagliata e l'elenco completo delle caratteristiche Celestron CE21049 Powerseeker 127EQ Telescopio Riflettore da 127 mm con Accessori e Treppiede in Alluminio, realizzato da Celestron.
Prezzo:206,83 

Caratteristiche Principali:

  • Marchio: Celestron
  • Codice Prodotto: CE21049
  • Categoria Prodotto: Telescopi
  • Powerseeker 127EQ Telescopio Riflettore da 127 mm con Accessori e Treppiede in Alluminio

Celestron NexStar Telescopio compatto Schmidt-Cassegrain 5SE [Germania]

Celestron NexStar Telescopio compatto Schmidt-Cassegrain 5SE [Germania]
Celestron 821855: trova informazioni tecniche, scheda dettagliata e l'elenco completo delle caratteristiche Celestron NexStar Telescopio compatto Schmidt-Cassegrain 5SE [Germania], realizzato da Celestron.
Prezzo:1.179,00 

Caratteristiche Principali:

  • Ottica Schmidt-Cassegrain XLT temprata
  • Lunghezza focale di 1250 mm, Rapporto focale di f / 10
  • Modalità di monitoraggio Alt-Az, EQ North ed EQ South
  • Supporto Azimuth GOTO a braccio singolo con attacco rapido

Celestron Telescopio NexStar SLT 130 [Importato dalla Germania]

Celestron Telescopio NexStar SLT 130 [Importato dalla Germania]
Celestron 821770: trova informazioni tecniche, scheda dettagliata e l'elenco completo delle caratteristiche Celestron Telescopio NexStar SLT 130 [Importato dalla Germania], realizzato da Celestron.
Prezzo:689,00 

Caratteristiche Principali:

  • VERSIONE ITALIANA con pulsantiera NexStar+ che consente la scelta della lingua e manuale in italiano anche cartaceo
  • Riflettore Newtoniano diametro 130 mm, focale 650 mm, f/5
  • Cercatore Star Pointer, Oculari diam. 31,8mm 25mm (26x) , 9mm (62x),
  • Pulsantiera NexStar + aggiornabile via web, dotata di SkyAlign con database oggetti per la ricerca automatica e l'inseguimento di oltre 4000 oggetti celesti

Celestron Nexstar 127 Mak SLT Telescopio Completo di Alimentatore, Grigio

Celestron Nexstar 127 Mak SLT Telescopio Completo di Alimentatore, Grigio
Celestron CE22097-A: trova informazioni tecniche, scheda dettagliata e l'elenco completo delle caratteristiche Celestron Nexstar 127 Mak SLT Telescopio Completo di Alimentatore, Grigio, realizzato da Celestron.
Prezzo:703,00 

Esistono tre grandi famiglie di telescopi: i rifrattori, i riflettori e i catadiottrici. Tutte e tre le tipologie di telescopio svolgono bene la loro funzione primaria di osservare i pianeti o il cielo profondo e possono essere anche usati di giorno, con i dovuti accorgimenti. In generale è possibile affermare che i telescopi rifrattori e riflettori sono più adatti per l’osservazione di oggetti più grandi del cielo profondo, mentre i telescopi catadriottici sono più adatti all’osservazione planetaria, lunare o degli oggetti più piccoli del cielo profondo. Vediamoli nello specifico.

Telescopio rifrattore

Il telescopio rifrattore è sostanzialmente un lungo e stretto tubo con una lente ad una estremità, con l’obiettivo e un oculare all’altra estremità. Ha un’apertura dell’obiettivo limitata, un buon contrasto e ha bisogno di poca manutenzione. Poiché questa tipologia di telescopio utilizza lenti, queste si possono rovinare, producendo immagini con aloni e sfocature ai bordi. Si tratta di una tipologia di telescopio che ha un prezzo piuttosto elevato.

Telescopio riflettore

I telescopi riflettori (detti anche Newtoniani) sono telescopi che raccolgono e mettono a fuoco la luce utilizzando uno specchio. Questa tipologia di telescopio è stata inventata da Newton a metà del 1600. Solitamente lo specchio primario ha una forma sferica, ma nei telescopi più grandi di 100 mm ha una forma parabolica. Con questa tipologia di telescopio le immagini vengono invertite, quindi è sicuramente adatta per osservazioni astronomiche, ma non per osservazioni terrestri.

Telescopio catadiottrico

I telescopi catadriottici sono telescopi che utilizzano sia lenti che specchi, combinandoli nell’utilizzo. Questa tipologia di telescopio ha una lastra correttiva anteriore, che ha la funzione di lente ed uno specchio primario posteriore che, attraverso il foro presente al suo centro, fa passare la luce verso l’oculare. È una tipologia di telescopio molto utilizzata sia dai principianti che dai professionisti, con dimensioni comuni che vanno da 102 mm a 400 mm.

bambina con telescopioPer capire la potenza di un telescopio è necessario conoscerne l’ingrandimento, che è dato dalla lunghezza focale del telescopio divisa per la lunghezza focale dell’oculare. In linea teorica è possibile raggiungere un ingrandimento, e quindi una potenza, smisurata ed illimitata. La vera potenza del telescopio è però data dalla sua capacità di raccogliere la luce; quindi più è largo il telescopio, maggiore sarà la sua potenza.

Se si deve scegliere un telescopio e se ne vuole conoscere la potenza, è bene sapere che un telescopio di fascia media (tra 200 Euro e 400 Euro) permette di visualizzare molto chiaramente la luna e i pianeti del nostro sistema solare o, ad esempio, gli anelli di saturno; se invece si vogliono fare delle altre osservazioni la potenza deve essere tale da doversi affidare a telescopi molto più potenti e molto più costosi.

Esistono inoltre modelli di telescopio di fascia bassa (circa 100 Euro) che sono poco potenti e non hanno grosse pretese, ma possono essere un buon acquisto per bambini o ragazzi curiosi e alle prime armi.

Migliori Brand Telescopio

Scegliere i migliori prodotti per Telescopio senza sbagliare è più semplice se si acquistano articoli realizzati dai marchi più affermati, per questo abbiamo realizzato una classifica dei brand che vendono Telescopio.


Domande Frequenti sul miglior telescopio

✅ Cosa significa il termine OTA presente nelle scatole dei telescopi?

OTA è l’acronimo di Optical Tube Assembly; questo significa che se è presente questo acronimo in fase di acquisto si sta acquistando il solo tubo ottico senza montatura né treppiedi. Se si vuole acquistare un telescopio completo, non si deve acquistare solo un Optical Tube Assembly, altrimenti si avrebbe a disposizione il solo tubo ottico... [continua >> ]

✅ Che cosa si intende l’apertura di un telescopio?

Per apertura di un telescopio si intende il diametro della lente primaria presente nella parte anteriore del telescopio o il diametro dello specchio primario nella parte posteriore del tubo. Maggiore è l’apertura del telescopio, più luce viene raccolta dal tubo ottico e, di conseguenza, più dettagli del corpo celeste si potranno vedere... [continua >> ]

✅ Quanti ingrandimenti sono necessari per vedere Saturno?

Per osservare Saturno, come anche le strutture di Marte o le fasi di venere, sono necessari almeno 150 ingrandimenti; il tutto poi dipende dalla qualità del cielo che si sta osservando... [continua >> ]



Hai dei dubbi? Fai una domanda!



Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore