come rimuovere graffi auto

Come rimuovere i graffi dell’auto

Una manovra azzardata, un parcheggio fatto male, un’imprudenza da parte di un altro automobilista o un atto vandalico ed ecco che la nostra auto viene rovinata da un graffio che, per quanto sia piccolo, è fastidiosissimo. Non bisogna però disperarsi poiché esistono soluzioni fai da te efficaci per cancellare la rigatura. È necessario innanzitutto valutare l’entità del danno: se l’abrasione è molto profonda, la cosa migliore è portare l’auto in carrozzeria. Se, invece, lo sfregio è superficiale, si può intervenire personalmente seguendo una serie di passaggi: scopriamo nel dettaglio come rimuovere i graffi dell’auto step by step.

Operazioni preliminari

Prima di procedere alla rimozione del graffio è consigliabile valutare la tipologia del danno. In alcuni casi, infatti, lo sporco può essere confuso per un graffio o un’ammaccatura; in tal caso, basterà un panno bagnato a cancellare il problema. Se, invece, ci si accorge che la portiera o il cofano sono stati segnati da una vera incisione, bisogna valutarne la profondità, dalla quale dipende una diversa tipologia di intervento.

Dopo aver individuato il graffio sull’auto, è opportuno effettuare una pulizia generale per verificare se ci siano altre piccole rigate: è meglio dare un’occhiata a tutta la carrozzeria ed eventualmente riparare anche le altre parti graffiate.

Dopo aver asciugato l’auto e rimosso ogni residuo, ci si può dedicare all’operazione di riparazione del veicolo.

Riparare la carrozzeria dell’auto con la pasta abrasiva

Per prima cosa bisogna procurarsi della carta vetrata bagnata a grana fine ed avvolgerla attorno ad una spugna. Si può quindi iniziare a carteggiare lungo la zona interessata con estrema delicatezza e senza andare a fondo. Se il graffio risulta piuttosto profondo, è possibile iniziare a carteggiare con carta vetrata a grana grossa, per poi passare a quella fine.

In questa fase è importante seguire la direzione del graffio, altrimenti c’è il rischio di provocare tanti piccoli micro-solchi lungo la carrozzeria. Ora è possibile risciacquare con un panno in microfibra prima di procedere allo step successivo.

pasta abrasiva per graffi autoA questo punto bisogna applicare la pasta abrasiva sul graffio con un tampone, insistendo su quelle zone diventate opache dopo la smerigliatura. La carrozzeria può essere lucidata a mano, con un panno in microfibra, oppure con una lucidatrice avviata al minimo. In questo caso è opportuno passare il tampone sulla zona interessata per una decina di secondi; dopodiché si può aumentare la velocità fino a 2000 RPM e continuare a lucidare per circa un minuto. Il tampone deve essere mosso prima in orizzontale e poi in verticale. Quest’operazione va effettuata per circa 5 minuti, fino a quando l’opacità scompare completamente. Attenzione a non insistere troppo su un’unica area, altrimenti si corre il rischio di provocare altri graffi nella zona sottostante.

A questo punto bisogna lavare ancora una volta la zona interessata: con un panno in microfibra imbevuto di semplice acqua si rimuovono i residui della pasta abrasiva. Talvolta può capitare che la pasta abrasiva penetri nelle fessure; in tal caso va eliminata con uno spazzolino. Per fissare la vernice, è necessario applicare una cera per auto di buona qualità (generalmente la cera di carnauba è un buon prodotto), per poi passare la carrozzeria con una lucidatrice orbitale.

Infine, per concludere il lavoro è sufficiente lavare nuovamente l’auto e verificare che non ci siano graffi né aloni sulla carrozzeria.

Altre soluzioni per togliere i graffi dall’auto

Oltre alla pasta abrasiva, esistono dei rimedi efficaci da poter applicare per eliminare i graffi dalla carrozzeria. Dipende dalla profondità del graffio e dal livello di manualità ed esperienza di ognuno.

1. Liquidi e gel per riparare i graffi dell’auto

rimuovere graffi auto

Liquidi e gel sono ottime alternative alla pasta abrasiva grazie alla loro facilità d’uso e rapidità di applicazione, ma risultano efficaci solo su graffi di lieve entità. Ne esistono diversi modelli in commercio, quindi è opportuno chiedere informazioni a qualche esperto del settore prima di utilizzarli.

Dopo aver scelto il prodotto, è sufficiente applicarlo sulla zona interessata seguendo le istruzioni del libretto. Generalmente basta strofinare il liquido o il gel in modo circolare, lasciarlo agire per il tempo indicato e rimuovere i residui con un panno pulito.


2. Vernice per i ritocchi

vernice per graffi auto

Quando il solco è piuttosto profondo, paste abrasive, gel e liquidi risultano inefficaci, quindi bisogna ricorrere a qualcosa di più performante: una buona soluzione può essere la vernice per ritocchi, da acquistare online oppure presso i negozi di autoricambio.

Quest’operazione però non è affatto facile, poiché bisogna individuare la vernice che corrisponde esattamente al colore della propria vettura. Per avere la certezza di scegliere la tonalità corretta bisogna cercare il codice colore indicato nel libretto d’uso dell’auto. Dopo averlo individuato, va applicato un piccolo strato di vernice su ogni graffio, da stendere con un pennello, e attendere un paio di giorni. Trascorso questo periodo, bisogna rifinire il tutto passando un paio di mani di cera lucidante per eliminare eventuali piccole imperfezioni.

3. Pennarelli elimina-graffi

pennarello elimina graffi auto

Nel settore automobilistico uno dei prodotti più innovativi introdotti per rimuovere i danni sulla carrozzeria è il pennarello elimina-graffi. In realtà, più che di una soluzione definitiva, si tratta di un rimedio provvisorio. Il prodotto sostanzialmente rende le righe dello stesso colore della carrozzeria dell’auto, ma non elimina il graffio. Ad una prima occhiata, quindi, il graffio non si nota, ma il danno rimane.

Questa è una soluzione indicata per chi ha un’auto piuttosto vecchia e non è interessato ad effettuare alcun intervento. Chi invece ha un’auto nuova e tiene all’estetica della propria auto, dovrebbe optare per qualche altra soluzione.

4. Adesivi per coprire i graffi

adesivo copri graffi

Probabilmente sono una soluzione un po’ artigianale, ma gli adesivi e gli stickers per coprire i graffi rappresentano un metodo efficace per nascondere il problema, almeno momentaneamente. Alcuni sono davvero fantasiosi e possono regalare un aspetto particolarmente brioso all’auto.

Questa soluzione è indicata in particolare per i più giovani e per chi possiede un’auto sportiva. Ad ogni modo, stickers e adesivi sono una buona soluzione-tampone in attesa di trovare il metodo migliore per eliminare definitivamente i graffi sulla carrozzeria.


Proteggere e lucidare l’auto con il polish protettivo

polish protettivo per auto

Chi abita in città sa bene che le strade si trasformano in una giungla urbana, quindi un tamponamento o un urto che determinano una graffiatura dell’auto sono imprevisti da mettere in conto. A scopo preventivo, quindi, si può utilizzare il polish protettivo, una cera con funzione difensiva da applicare lungo tutto la vettura. Il polish protettivo, oltre a conferire un aspetto lucido e brillante all’auto, la mette al riparo da piccoli graffi o sfregi.

Applicare la cera è molto semplice: bisogna lavare ed asciugare la vettura, per poi stendere il polish con un panno o una spugna eliminando i residui in eccesso. Bastano pochi passaggi, quindi, per mettere al riparo la propria auto e tenerla alla larga da graffiature e rigate.

Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore