yogurt home made

Come fare lo yogurt in casa: istruzioni e consigli

Ci sono delle giornate in cui possiamo goderci del sano tempo libero in casa e ci viene voglia di prepararci, con le nostre mani, una merenda gustosa e sfiziosa. Non solo per soddisfare la nostra voglia di qualcosa di buono, ma anche quella di creare e cimentarci in ricette gustose e non troppo complicate. Potremmo, ad esempio, provare a produrre uno yogurt fatto in casa, merenda sana e nutriente ma ipocalorica e alla quale possiamo dare il gusto che preferiamo.

Ma è davvero possibile realizzare yogurt fatti in casa così buoni da fare invidia alle migliori yogurterie? Seguite i prossimi passaggi per scoprirlo.

Yogurt fatto in casa: i vantaggi

Lo yogurt fatto in casa innanzitutto è molto più sano ed economico di quello acquistato al supermercato, perché scegliamo noi quali ingredienti utilizzare a seconda delle nostre esigenze e disponibilità. È anche un’operazione ecologica che permette di ridurre gli scarti legati ai rifiuti e ai trasporti (niente vasetti di plastica nella spazzatura, e l’ambiente ringrazia!).

Gli ingredienti di partenza

Gli ingredienti di base per la ricetta dello yogurt sono il latte – in genere vaccino – e lo yogurt stesso. Per creare il vostro primo yogurt, bisognerà infatti utilizzare uno yogurt “di innesto” lontano almeno 20 giorni dalla sua data di scadenza da cui ricavare i fermenti lattici responsabili della trasformazione del lattosio in acido lattico. In alternativa, si possono comunque utilizzare dei fermenti lattici in polvere reperibili in farmacia, mentre in caso di preparazioni successive potrete utilizzare una parte del vostro primo prodotto.

Il latte è comunque l’ingrediente protagonista di questa ricetta, a cui si può aggiungere del latte in polvere per ottenere un prodotto più denso. Si può utilizzare del latte intero per avere uno yogurt più compatto e del latte parzialmente scremato per prepararne uno da bere: nel primo caso, per addensarne un litro si potranno aggiungere 4 cucchiai di latte in polvere, mentre per la seconda opzione occorreranno almeno 8 cucchiai. Si possono ottenere alternative vegane o per chi è intollerante al lattosio utilizzando, ad esempio, anche latte di soia o di riso.

La preparazione

Scaldate il latte sul fuoco in un pentolino di alluminio o di acciaio mantenendo la temperatura del fornello inferiore ai 40°C per non uccidere i fermenti lattici vivi, quindi dopo averlo fatto intiepidire mischiatelo con lo yogurt aggiungendo eventualmente il latte in polvere, mescolate per bene e infine create le porzioni distribuendo lo yogurt così ottenuto in appositi vasetti da yogurt.

Come fare lo yogurt in casa con yogurtiera

Per preparare lo yogurt il miglior strumento da utilizzare è la yogurtiera. Si tratta di una macchina dalle dimensioni contenute che permette di regolare la temperatura al suo interno tramite un timer e mantenerla costante durante tutto il processo di produzione. Questa operazione di incubazione dello yogurt è necessaria per favorire lo sviluppo dei fermenti lattici. Inoltre, è fondamentale per la riuscita del prodotto.

In commercio esistono numerosi modelli di yogurtiere, differenti tra loro per prezzo, accessori in dotazione (alcune hanno incluso il set di vasetti per contenere lo yogurt) e tempistiche di incubazione (variabili in genere dalle 6 alle 8 ore). Si tratta comunque di un elettrodomestico dai costi contenuti e prodotto da marche molto in vista (Ariete, Moulinex e Severin tra le altre).

Il funzionamento base della yogurtiera varia poco da modello a modello. Sarà sufficiente inserire i vasetti nella yogurtiera e lasciarla in azione dalle 6 alle 8 ore. Anche in base a quanto specificato nel libretto di istruzioni dell’elettrodomestico.

Nel caso in cui non possediate una yogurtiera o preferiate non acquistarne una, ci sono dei metodi alternativi per realizzare lo yogurt in casa utilizzando due strumenti che troviamo comunemente in cucina, ovvero il forno e la pentola a pressione. Ricordate che, comunque, alla fine del processo di incubazione dovrete mettere gli yogurt a raffreddare in frigo per 12-24 ore,prima di gustarli.

Come fare lo yogurt con il forno

Preriscaldate il forno a 40°C, quindi infornate i vasetti disposti su un piatto da forno e fateli scaldare per circa un’ora e mezza. Spegnete quindi il forno e lasciate lo yogurt a fermentare per 6-8 ore.

Come fare lo yogurt con la pentola a pressione

Mettete 5 cm di acqua nella pentola a pressione, chiudetela ermeticamente e ponetela sul fuoco. Una volta ottenuta la pressione, spegnete e lasciate che scenda, svuotate l’acqua e chiudete ermeticamente gli yogurt nella pentola vuota. Lasciateli sul fondo riscaldato per 6-8 ore.

Ed ecco pronta la vostra merenda sana, nutriente e totalmente home made! Conservate il vostro yogurt in frigorifero e consumatelo entro massimo 6 giorni.

Ulteriori consigli: alla frutta o aromatizzati

Per ottenere uno yogurt alla frutta, basterà mettere qualche cucchiaio di marmellata o confettura oppure dei pezzi di frutta sul fondo dei vasetti prima di riempirli.

Per preparare yogurt aromatizzati, invece, si può aggiungere qualche goccia di caffè, fiori di arancio o altro elemento aromatizzante al latte ancora in ebollizione. Un’alternativa potrebbe essere quella di lasciare l’elemento in infusione nel latte per circa 12 ore per poi toglierlo e procedere con l’ebollizione.

Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore