come fare la treccia laterale

Come fare la treccia laterale: diversi modi e consigli

La treccia laterale è un autentico must per le amanti delle acconciature particolari. Si tratta di un’elegante alternativa alla treccia tradizionale, da sfoggiare nelle occasioni speciali ma anche nella vita di ogni giorno. Di questa pettinatura esistono più varianti, da quelle più sobrie a quelle raffinate e sofisticate, abbinabili tanto ai look casual quanto a quelli da cerimonia. Ciò che è importante è spazzolare bene i capelli prima di procedere e non avere fretta: il segreto, in questo caso, è la pazienza. Per ottenere una splendida treccia laterale bastano pochi strumenti, ovvero pettine, forcine, elastici e lacca. L’ideale sarebbe utilizzare la spazzola lisciante o una spazzola rotante (come quelle della Rowenta), in modo da conseguire un risultato perfetto.

Boxer braids: una soluzione comoda e sportiva

Un’acconciatura con treccia laterale molto popolare consiste nelle boxer braids, che partono dalla metà della testa o direttamente dalla cima. La pettinatura in questione è così chiamata perché tipica delle boxeur che si allenano in palestra o combattono sul ring: quel che bisogna fare è dividere la chioma in due sezioni, con scriminatura centrale, e ricavare da ciascuna di esse tre ciocche da intrecciare. È essenziale che le trecce così create siano ben strette e salde, e che percorrano tutta la lunghezza dei capelli. Alla fine può essere opportuno un leggero spruzzo di lacca.

La treccia a spina di pesce

La treccia a spina di pesce laterale è un vero e proprio evergreen del mondo della moda, apprezzato da numerose star e adatto a tutte le circostanze. I capelli vanno spazzolati con cura e portati tutti su un lato del capo: devono, poi, essere legati in una coda, da separare in due parti. A questo punto, una ciocca dell’area di sinistra va spostata a destra e viceversa, ripetendo questa semplice azione fino a completare la lunghezza della chioma. Questo tipo di treccia laterale può essere lievemente allentato e fissato alla fine con un elastico.

Una pettinatura straordinariamente elegante: la treccia alla francese

Coloro che amano intrecciare i propri capelli ricorrono spesso a un’opzione classica ma estremamente versatile, ovvero la treccia alla francese laterale. Essa viene eseguita a partire dalla nuca, suddividendo la capigliatura in due grandi aree. Da una di queste bisogna ottenere tre ciocche più piccole, con le quali dare origine a una comune treccia: a circa metà chioma si aggiungono man mano le altre ciocche, spostando progressivamente la pettinatura verso il lato della testa. L’acconciatura, in tal modo, ricadrà su una spalla. Come sempre, può essere molto utile procurarsi la migliore spazzola lisciante per un risultato eccellente.

Come realizzare una treccia attaccata al capo

La treccia laterale attaccata alla testa è l’ideale sia per le feste e le cene di lavoro, sia per la quotidianità. Dopo aver pettinato i capelli con estrema attenzione bisogna intrecciare in maniera tradizionale tre piccole ciocche sulla tempia destra o sinistra; terminato questo step, vanno integrate pian piano altre ciocche procedendo verso il centro della capigliatura, per poi chiudere il tutto con un elastico. Il passaggio in questione va ripetuto con tre ulteriori ciocche, per poi concludere la treccia attaccata al capo con una soluzione alla francese.

La romantica treccia morbida

Con l’aiuto di piastra o spazzola lisciante è facile eseguire una treccia laterale morbida, intramontabile e perfetta per evidenziare la luminosità e la bellezza della chioma. Il punto di partenza è la tipica treccia laterale, decisamente più allentata rispetto a quella classica, da acconciare sotto forma di chignon con il supporto di elastici e forcine. Questo, tra l’altro, è uno dei look preferiti delle spose, in virtù del suo carattere romantico e quasi fiabesco.

Un’idea alternativa: la treccia a cascata

La treccia laterale con capelli sciolti è a sua volta concepita per evidenziare la lucentezza e il taglio dei capelli. Meglio ricorrere a questa pettinatura se si possiede una capigliatura lunga, che ne sarà senza dubbio valorizzata. Tale acconciatura è conosciuta anche come treccia laterale a cascata, poiché circonda a mo’ di coroncina la chioma che ricade liberamente sulle spalle. Basta ricavare tre ciocche su entrambe le tempie, intrecciarle e aggiungere poi altre ciocche, spostandosi sempre più verso il lato opposto. Le due trecce così realizzate devono essere unite mediante una treccia centrale tradizionale, o con una piccola coda di cavallo.

Conclusioni

Non è difficile, dunque, capire come fare una treccia laterale. Ciò che è davvero fondamentale è avere a disposizione gli strumenti giusti e armarsi di costanza qualora i primi tentativi non vadano a buon fine. L’esito, con un po’ di pratica, sarà suggestivo e molto raffinato.

Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore