Come disinfettare la casa dopo il Covid

La diffusione della pandemia ci ha abituato a una nuova realtà. Disinfettanti e igienizzanti sono diventati i nostri migliori amici e anche in casa si cerca di tutelarsi dalla contaminazione eliminando il coronavirus dagli oggetti e dalle superfici.

Dopo questi anni sappiamo le precauzioni da mettere in atto fuori casa e sul nostro corpo, ma come lavare i tessuti o sanificare gli ambienti se abbiamo avuto il covid o abbiamo in casa un positivo? A questa e a molte altre domande abbiamo risposto in questo articolo.

Leggi le indicazioni che abbiamo raccolto per te e scopri come eliminare il virus dalla tua casa.

Quanto tempo resiste il virus sulle superfici?

I ricercatori hanno scoperto che il virus sopravvive diverse ore sulle superfici, per questo motivo diventa ancora più importante seguire delle pratiche igieniche anche dentro casa.

Sulla plastica, per esempio, il virus sopravvive circa 72 ore, sull’acciaio 48 ore e 4 sul rame.

Sulla sua sopravvivenza sui tessuti e sugli abiti i pareri degli esperti non sono concordi ma è bene seguire le indicazioni dell’OMS e tutelarsi lavando bene gli indumenti ad alte temperature.

Norme igieniche da seguire contro il coronavirus

Quando rientri a casa ricordati sempre di lavarti le mani per 40-60 secondi pulendo bene tra le dita, il dorso e il palmo, sotto le unghie e i polsi. Se hai un piccolo ingresso puoi prendere l’abitudine di predisporre una piccola scarpiera dove lasciare le scarpe e indossare le pantofole. In questo modo non solo terrai la casa più pulita ma eviterai di contaminarla con l’esterno.

Come eliminare il virus dalle superfici

Se ti stai chiedendo come uccidere il virus sulle superfici e sugli oggetti puoi iniziare così: prendi una bacinella e riempila di acqua calda. Immergi all’interno un panno umido e passalo su tutte le superfici e gli oggetti di casa. In questo modo rimuoverai lo sporco e la polvere accumulatasi nei giorni.

Poi prendi un disinfettante per le superfici, spruzzalo e lascialo agire per il tempo indicato prima di rimuoverlo con un panno e asciugare.

Ogni quanto sanificare gli ambienti di casa

Visto l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo il Ministero della Salute consiglia di disinfettare la casa almeno ogni 2-3 giorni. Ricordati però di aprire le finestre per almeno 10-15 minuti tutti i giorni e far arieggiare. Puoi anche spruzzare, tutte le volte che è necessario, uno spray disinfettante per ambienti.

Quali prodotti utilizzare per disinfettare la casa dopo il covid

L’OMS suggerisce di disinfettare gli ambienti di casa con la candeggina allo 0,1% o l’alcol con una concentrazione del 70%. Visto che di solito la candeggina è al 5%, diluisci 50 ml di prodotto (corrispondente a 5 cucchiai) in 2,5 litri di acqua.

Sanificatori per ambienti

I sanificatori per ambienti sono sicuramente una soluzione pratica per chi vuole igienizzare la propria casa o il proprio spazio di lavoro. Ne esistono di tantissimi tipi e coprono varie fasce di prezzo per venire incontro a tutte le esigenze. Se cerchi una soluzione per la casa non ti servirà un attrezzo molto grande.

L’importante è che ti faccia stare tranquillo che faccia il suo lavoro e sia pratico da usare. I modelli di sanificatori con batteria integrata, per esempio, sono maneggevoli e comodi durante l’utilizzo.

Se invece preferisci uno strumento indipendente e performante devi sicuramente conoscere il nuovo modello di Daikin (MC55WVM) eletto prodotto dell’anno 2022. Si tratta di un purificatore d’aria che si attiva autonomamente appena rileva la presenza di polveri sottili, impurità, virus, spore di muffa, formaldeide e altri allergeni.

Questo modello è dotato di un sistema di filtrazione all’avanguardia. Il prefiltro cattura le particelle più grandi, il filtro HEPA elettrostatico cattura invece gli inquinanti, il filtro antiodore cattura gli odori e, l’ultimo filtro, quello umidificatore elimina i batteri nel serbatoio dell’acqua grazie alla presenza degli ioni di argento.

Tra tutti i purificatori d’aria ti consigliamo questo modello sia perché offre elevate prestazioni pur essendo piccolo e compatto sia perché è molto silenzioso, perfetto da usare di notte.

N. Foto Prodotto Sconto Prezzo
1
Offerta
LEVOIT Purificatore d'Aria, Filtro HEPA H13 per Allergie e Asma, CADR 187m³/h,40m², 24dB, Depuratore Rimuove 99,97% di Polvere Pollini Peli Muffe Fumo Odori, Modalità di Sonno&Timer, per Casa Uffcio
LEVOIT
- 15%
sconto 16,50 €
109,99
93,49


2
Offerta
LEVOIT Smart Purificatore d'Aria per Allergie e Asma, Filtro HEPA, Guarda la Qualità dell‘Aria, Contro il 99,97% dei Acari Polveri Pollini Odori Muffe, CADR 195m³/h, 41m², 22dB Modalità di Sonno&Auto
LEVOIT
- 15%
sconto 22,50 €
149,99
127,49


3
Offerta
Purificatore d'aria, Filtro H13 True HEPA , CADR Fino a 250m³/h,30m², L'effetto di filtraggio è del 99.97%, Assorbimento di Formaldeide,Visualizzazione in Tempo Reale Della Qualità Dell'aria
HERILIOS
- 28%
sconto 22,20 €
79,99
57,79


Consumo energetico dei purificatori d’aria

Se ti stai chiedendo quanto consumino i sanificatori devi sapere che ovviamente non c’è una risposta valida per tutti i modelli e le tipologie. Le caratteristiche dei prodotti, la fascia di prezzo e la marca ovviamente influiscono anche sul consumo energetico di questi apparecchi.

Il modello Daikin che ti abbiamo suggerito è un prodotto molto valido, con caratteristiche e prestazioni alte e per questo il consumo energetico è minimo. La durata dei filtri è elevata (oltre 10 anni) anche in caso di utilizzo costante.

Come disinfettare gli oggetti di uso comune

Se per pulire le superfici bastano dei normali disinfettanti, per alcuni oggetti, come telefoni, vestiti, scarpe, etc vanno prese delle precauzioni. Scopriamo come puoi disinfettare questi oggetti.

Disinfettare il telefono, le chiavi, gli occhiali

Per disinfettare questo tipo di oggetti ed evitare che l’aggressività dei solventi li deteriorino esistono degli igienizzanti appositi. Si tratta di scatole di sterilizzazione UV in grado di uccidere fino al 99,9 i batteri in solo 3 minuti.

N. Foto Prodotto Sconto Prezzo
1 Scatola di disinfezione UV Scatola di disinfezione UV Sterilizzatore Sterilizzazione a raggi ultravioletti LED Armadio di disinfezione per strumenti per manicure, pinzette e asciugamani
Kaibrite

100,00


2 Samsung Elettronica Qi Wireless Charger & UV Sanitizer - Scatola sterilizzante per telefono cellulare con ricarica wireless (fino al 99% di germi e batteri su telefoni e accessori)
SAMSUNG

19,99


3
Offerta
59S UV Sterilizzatore, scatole per telefoni cellulari con sterilizzazione UV, Scatola per sterilizzatore LED UVC con 8 Perle, Certificazione CE Uccide Il 99,99% dei batteri
59S
- 15%
sconto 9,00 €
59,99
50,99


Possono essere utilizzati per telefoni (il modello che ti consigliamo ha un’ampia compatibilità con marche e modelli), chiavi, carte di credito, occhiali, orologi, etc.

Oltretutto non si tratta solo di un oggetto prezioso in questo periodo di emergenza sanitaria, può essere un valido alleato per disinfettare tutti quegli strumenti che usiamo quotidianamente come pennelli per il trucco, le forbici o il tagliaunghie, la pinzetta per le sopracciglia, lo spazzolino, etc.

Come disinfettare i sanitari

Se vivi con un positivo ci saranno necessariamente alcune zone di casa in cui entrerete in contatto anche se è in isolamento, una di queste è il bagno. Per disinfettare efficacemente questo spazio puoi utilizzare sempre la candeggina diluendo poco meno di mezzo bicchiere in un litro d’acqua calda. Usa i guanti per tutelarti dal contagio e dall’aggressività dei prodotti e disinfetta tutto ciò che può toccare: dal dispenser del sapone alle manopole del rubinetto.

Come disinfettare i tessuti

Non è chiaro quanto il virus sopravviva sugli indumenti. In ogni caso cerca di proteggerti. Cambia con frequenza asciugamani e lenzuola lavandoli ad alte temperature e indossa dei vestiti per la casa quando rientri dal lavoro. In questo modo eviterai di portare il virus all’interno sedendoti sulle sedie, sul letto o sul divano.

Come disinfettare il parquet senza rovinarlo

Se vivi con un positivo o vuoi igienizzare pavimenti e mobili per evitare di contrarre il virus dovrai usare prodotti aggressivi. Se hai il parquet però dovrai usare degli accorgimenti. Come pulirlo allora per evitare il rischio di rovinarlo? Così come per i mobili la prima cosa da fare è sgrassarlo per rimuovere lo sporco, il grasso e la polvere accumulatasi. Usa un lavapavimenti adatto al legno e passa lo straccio. Prepara poi una miscela diluendo in 3 litri di acqua calda 1 bicchiere di alcol denaturato e due cucchiai di bicarbonato e passa, con un panno in microfibra, la soluzione su tutto il pavimento.

N. Foto Prodotto Sconto Prezzo
1 Lavapavimenti Pulilava Vorwerk Sp530, (Ricondizionato)
folletto

219,00


2 Fila Deterdek Disincrostante per cotto, gres porcellanato, ceramica smaltata, pietre resistenti agli acidi, clinker 1 litro
FILA SOLUTIONS

13,10


3 PIP Detergente Macchine Lavapavimenti Pavinet, Concentrato, Tanica, Pulitore con Robot, Pavimento Industriale, Piscina, Marmo, Ceramica, Linoleum, Cemento
PIP Prodotti innovativi professionali

29,80


Apri le finestre lasciandole aperte per 10-15 minuti, fino a completa asciugatura.

Non preoccuparti che l’alcol rovini il pavimento, l’alcol e l’aceto sono rimedi ottimi per igienizzare e sanificare le superfici senza danneggiarle. Inoltre hanno un alto potere sgrassante perché sciolgono lo sporco distruggendo i virus e i batteri presenti sulle superfici.

Come sanificare la casa se si vive con un positivo

Se si vive con un positivo la casa va disinfettata quotidianamente. Mentre in una situazione normale basta igienizzare le superfici ogni 2-3 giorni, se sei a contatto con un positivo cerca di tutelarti sanificando frequentemente gli ambienti e gli oggetti che tocca. Indossa un paio di guanti, la mascherina e un grembiule lavabile e pulisci bene la casa. Cerca di disinfettare tutto ciò con cui potrebbe venire in contatto come rubinetti, maniglie, telecomandi, pulsanti della luce etc.

Se vivi a contatto con un positivo ricordati di lavare anche gli abiti separatamente. Lava asciugamani e lenzuola più frequentemente e ad alte temperature (60°-90°). Cerca di toccarli il meno possibile e mettili in lavatrice.

Cosa fare se una persona con il covid ha toccato un oggetto che non puoi disinfettare

Non sempre gli oggetti si possono disinfettare. Fogli, libri, carte di credito, soldi e altri oggetti delicati possono essere difficili da igienizzare, per questo motivo, se qualcuno di positivo ha toccato un oggetto prendilo e mettilo in quarantena per almeno 4-5 giorni. In questo modo il virus morirà e non sarà possibile contagiare altre persone.

Hai dei dubbi su Come disinfettare la casa dopo il Covid? Fai una domanda!

Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore