come tingere i capelli a casa

Come tingere i capelli a casa in 5 semplici step

Il colore della tua chioma non ti soddisfa più? Per fortuna, cambiarlo è facilissimo: in questo articolo ti spiegheremo come tingere i capelli a casa, guidandoti nella scelta dei migliori prodotti, e accompagnandoti, passo per passo, nell’applicazione corretta della tinta. Non importa quale sia il tuo scopo: cambiare colore, coprire i capelli bianchi, nascondere la ricrescita… tutte queste operazioni sono facilmente eseguibili a casa e, soprattutto se non necessiti di una colorazione ai capelli particolare, lo puoi fare senza spendere un capitale per andare da un parrucchiere esperto o per l’acquisto di strumenti costosi. Vediamo subito come fare!

Digit One on JoyPixels 5.0 Cosa serve per fare le tinte per capelli a casa

Le tinte per capelli a tua disposizione sono davvero tante. Vuoi un colore chiaro e molto riflessato? Oppure vuoi scurire i capelli, optando per una tonalità calda e ricca di sfumature? Qualsiasi sia il risultato che desideri ottenere, puoi raggiungerlo con la colorazione fai da te. Oggi, grazie all’efficacia di prodotti sempre più all’avanguardia, tingere i capelli a casa è diventato facilissimo. Gli strumenti necessari sono pochi ed economici.

Ti serviranno:

  • l’apposita mantellina in plastica, o, in alternativa, un vecchio asciugamano
  • un pettine
  • una crema rivelatrice
  • una tinta per capelli
  • guanti in lattice
  • un trattamento dopo-tinta

cosa serve per colorare capelli a casa

Alcuni di questi strumenti, come i guanti, il trattamento post-colore, la crema rivelatrice e, in alcuni casi, un siero protettore da applicare prima della colorazione, sono generalmente inseriti nella confezione della tinta.

Digit Two on JoyPixels 5.0 Come scegliere la tinta fai da te corretta

Per individuare la tinta più adatta devi sempre partire dal “perché lo fai”:

Ravvivare il colore con lo shampoo riflessante ?

Se vuoi dare nuova vita al tuo colore, in attesa di fare la tinta definitiva, lo shampoo riflessante è la scelta più adatta. È più leggero della tinta semipermanente e consente di ottenere un effetto riflessante molto naturale. È perfetto se vuoi ravvivare una tinta un po’ sbiadita, perché i riflessi tono su tono donano lucentezza. La sua durata, però, è limitata: dopo 5-6 shampoo l’effetto svanisce.

Coprire pochi capelli bianchi con la tinta semipermanente ?

Il tuo problema è legato a qualche capello bianco che spunta? Orientati sulla tinta semipermanente: è anche chiamata “tono su tono” perché dona un effetto riflessante, ma non schiarisce i capelli. Essendo priva di ammoniaca, è meno pesante di una tinta tradizionale: i pigmenti colorati si sovrappongono a quelli del capello, senza penetrare nel fusto. Il colore ottenuto si scarica ad ogni lavaggio, per una durata massima di 15 lavaggi circa.

Cambiare colore o coprire molti capelli bianchi con la tinta permanente ?

I capelli bianchi stanno prendendo il sopravvento? Hai deciso di cambiare completamente colore? La tinta permanente è la tinta per eccellenza; contiene ammoniaca, quindi i pigmenti penetrano nel fusto del capelli e assicurano il colore per tutta la vita del capello…almeno fino a quando spunta la ricrescita!

Come scegliere il colore della tinta più adatto

  • Per avere capelli più chiari

Se desideri schiarire i capelli, puoi partire da un colore che sia di 1 o 2 toni più chiari di quello che pensi di avere. Tendenzialmente crediamo tutti di avere i capelli più scuri di quello che effettivamente sono. Se non ne sei convinta, confronta le tua ciocca con la palette di colori presente sulla confezione della tinta e trova la tonalità a te più vicina.

  • Per avere capelli più scuri

Se il tuo colore di partenza è quello naturale, devi innanzitutto schiarire i capelli da 2 a 3 toni con una tinta permanente. Successivamente, puoi passare all’applicazione della tinta scura. Se il tuo colore di partenza non è naturale, fai attenzione a non utilizzare una tinta eccessivamente diversa da quella attuale. Inizialmente potresti optare per qualche riflesso.


Lo sapevi che…
… Una donna su 3 e un uomo su 10 si tingono i capelli
… Nel 2004, ad un’asta tenutasi ad Hong Kong, un fan di John Lennon si è aggiudicato un solo capello dell’ex Beatles per 3.460 euro
… Mediamente le bionde hanno circa 150.000 capelli, le castane/more 110.000, mentre le rosse 90.000


Digit Three on JoyPixels 5.0 Come dividere i capelli per fare la tinta a casa

dividere capelli in sezioni

Una fase tanto sottovalutata quanto importante al fine di ottenere un colore di capelli uniforme è la preparazione, ovvero la suddivisione dei capelli in ciocche. Innanzitutto, l’ideale è applicare la tinta su capelli lavati almeno 24 ore prima. Ancora meglio se le ore trascorse dall’ultimo lavaggio sono 48. È importante che i capelli non siano né troppo puliti né troppo sporchi, altrimenti il rischio è che la tinta non aderisca bene.

Accertata di questo, puoi passare alla suddivisione in sezioni vera e propria. Creare delle aree ben definite è fondamentale se vuoi ottenere un risultato semi-professionale, con un colore naturale, omogeneo, senza differenti tonalità tra le diverse aree della chioma. Questa accortezza vale se hai i capelli lunghi. Se, invece, sono corti, non è necessario fare alcuna divisione; basterà applicare la tinta direttamente con il beccuccio sui capelli disegnando delle righe omogeneamente distribuite. Puoi aiutarti poi con i polpastrelli per assicurarti di aver toccato tutti i punti.

Ritornando alla suddivisione, devi innanzitutto aiutarti con il pettine o con la coda del pennello da tinta per ottenere 4 grandi sezioni. Come fare? Utilizza come limite superiore la riga centrale, partendo da mezza fronte, mentre le orecchie saranno il tuo limite laterale; dopo aver creato queste 4 sezioni, arrotola ognuna su se stessa e fissala con una molletta o una pinza per capelli.

Man mano che andrai a tingere i tuoi capelli, dovrai dividere ancora ogni sezione in piccole ciocche, da circa 1 cm l’una. Anche in questa fase, parti dalla radice per arrivare, eventualmente, alle punte. Dovrai muoverti dal basso verso l’alto. Terminata la prima sezione, potrai passare a quella successiva.

 ?‍♀️ Come tingere i capelli in 5 passi

Prima di tutto, valuta il risultato che vuoi ottenere. Il tuo obiettivo è modificare drasticamente il colore dei capelli? Chiedi consiglio a una persona esperta prima di procedere, oppure affidati al tuo parrucchiere. Vuoi coprire la ricrescita o e fare una tinta easy (quindi non prevedi di fare colori punk come verde, viola o blu)? Sei nel posto giusto! Per ottenere un risultato perfetto e una copertura ottimale dei capelli bianchi o della ricrescita, è importante che tu segua tutti i passaggi correttamente.

Sei pronta? Iniziamo! Ecco i 5 step da seguire:

1.Test di sensibilità

test allergia tinta capelliDopo aver acquistato la tinta giusta per te, dovrai assicurarti di non essere allergica alle sostanze che contiene eseguendo un semplice test di sensibilità. La prova va fatta circa 48 ore prima dell’applicazione del prodotto, per dare il tempo ad eventuali reazioni avverse di presentarsi. Ti basterà prelevare una piccola quantità di prodotto e applicarla su una minuscola porzione di pelle nascosta. Se entro 48 ore la cute non mostrerà segni di irritazione o danneggiamento, potrai colorare i capelli, biondi o scuri, in tutta sicurezza.

2.Preparazione

come preparare la tinta capelliPrima di applicare la colorazione, indossa la mantellina di plastica o posiziona sulle spalle un vecchio asciugamano, in modo da proteggere gli abiti da eventuali schizzi di colore. Dovrai indossare i guanti protettivi contenuti nella confezione della tinta. Infine, devi pettinare attentamente i capelli, cercando di districare bene eventuali nodi. Adesso è il momento di preparare la tinta: segui le istruzioni nel foglietto illustrativo per mescolare le sostanze coloranti all’interno del flacone applicatore – se contenuto nella confezione – oppure in una ciotola. Se non hai ancora suddiviso i tuoi capelli in sezioni, ora non puoi più rimandare! Infine, un’ultima accortezza: spalmati un po’ di crema (dalla consistenza corposa) vicino all’attaccatura dei capelli e sulle orecchie, in modo da evitare che la tinta macchi la pelle.

3.Applicazione

come applicare la tinta capelliLe tinte per capelli in commercio, in genere, sono dotate di un pratico applicatore, che permette di distribuire il prodotto in modo uniforme, senza sporcarsi. Se nella confezione non dovesse essere presente l’apposito flacone, ti basterà mescolare (con attenzione) le sostanze coloranti in una ciotola e distribuire il composto sulla chioma con un pennello per tinture per capelli. Inizia colorando i contorni. A partire dalla riga centrale, puoi spostarti sulle sezioni laterali, per arrivare alla nuca. Muoviti dalle radici alle lunghezze. Per una copertura ottimale di tutti i capelli bianchi, assicurati di colorare bene tutte le radici.

4.Posa

tempo posa tinta capelliSul foglietto illustrativo dovresti trovare le indicazioni sul tempo di posa consigliato per quella specifica tinta. Se così non fosse, lascia il colore sui capelli da un minimo di 20 minuti ad un massimo di mezz’ora. Per maggior sicurezza, usa il timer: così sei sicura di non lasciare la tinta sui capelli per troppo tempo! Con un periodo di posa prolungato, infatti, rischieresti di scurire o schiarire troppo i capelli, oltre che renderli secchi!


5.Risciacquo

risciacquo tinta capelliPrima di procedere al risciacquo della tinta, indossa nuovamente i guanti. Fai scorrere un po’ di acqua tiepida sui capelli e massaggia bene: questo accorgimento aiuterà il colore a penetrare meglio nel capello, per un risultato perfetto. Ripeti la procedura due volte, massaggiando bene le radici. Risciacqua abbondantemente, fino a quando l’acqua che scende dalla chioma non è limpida. Infine, applica il trattamento post-colore per nutrire i capelli in profondità, ridurre i danni della tinta ed esaltarne i riflessi.


 


Quanto risparmi facendo la tinta in casa?
Se andassi da Federico Fashion Style, il famoso parrucchiere delle star, la sola tinta ti costerebbe almeno 23 euro nel suo salone ad Anzio, 45 euro in quello in centro a Roma e 60 euro in Corso Como a Milano.


Vuoi approfondire? Guarda come se l’è cavata Clio, con la sua tinta fatta in casa.

Tingere i capelli con colorazioni naturali

Le tinte capelli presenti in commercio si possono suddividere in due categorie:

  1. le colorazioni a ossidazione, che agiscono attraverso un rivelatore a base di ossigeno o ammoniaca;
  2. le colorazioni vegetali, i cui pigmenti avvolgono il fusto e lo rivestono come una guaina.

Chi desidera una soluzione completamente naturale può optare per l’henné, una polvere che si ricava dal processo di essiccazione di una pianta, la Lawsonia inermis. L’hennè si acquista in farmacia, erboristeria o nei negozi dedicati al capello, ed offre una vasta gamma di tonalità rosso-castano.

tinta naturale per capelliL’applicazione del prodotto è piuttosto semplice: dopo aver scelto la tonalità più vicina al proprio colore naturale, si mescola la polvere con dell’acqua bollente, fino ad ottenere una crema densa, priva di grumi. La dose giusta dipende dalla lunghezza dei capelli. L’importante è che il composto non risulti troppo liquido, altrimenti gocciola, ma neanche troppo denso, altrimenti non riesci a spalmarlo. Infine, applicalo sulla chioma umida e lascia in posa per il tempo indicato sulla confezione.

La posa dell’henné è più lunga rispetto alla classica tinta. Se soffri di cervicale o comunque non hai molto tempo a disposizione, puoi aiutare il colore a fissarsi sui capelli creando un ambiente caldo e umido. Se in estate questo trucco è facilmente applicabile, in inverno hai bisogno di un po’ d’aiuto.  Puoi, innanzitutto, raccogliere i capelli in cima con una pinza; in questo modo, eviti di sporcarti e il peso dell’impacco non grava sulla testa. Successivamente, puoi avvolgere il tutto con la pellicola da cucina. Il colore viene assorbito meglio e più velocemente, con un risultato molto naturale, che dura dalle 6 alle 8 settimane.

In natura, esistono altre sostanze coloranti che possono aiutare a camuffare i capelli bianchi, donando, allo stesso tempo, bellissimi riflessi. Se sei bruna, puoi tingere i capelli con il tè nero: prepara un’abbondante tazza di tè nero, lasciala raffreddare e usala per fare un impacco, da lasciare in posa circa 20 minuti. Se vuoi colorare i capelli biondi schiarendoli di qualche tono, invece, la soluzione che fa per te è un impacco a base di camomilla e zenzero: prepara l’infuso, fallo raffreddare e lascialo agire sui capelli per circa mezz’ora. Infine, se ami i riflessi rossi, applica sulla capigliatura una tisana di frutti rossi e paprika.

Centifolia - Estratti delle piante di Henné, castagno e caramello

15,80  disponibile
7 nuovo da 9,50€
Spedizione gratuita
Acquista ora
Amazon.it
al 13 Novembre 2020 22:51

Caratteristiche

  • Contenuto della confezione:1 pezzo.

Hai dei dubbi su Come tingere i capelli a casa in 5 semplici step? Fai una domanda!

Per favore ruotare il dispositivo per una esperienza migliore